2008253882785638

mercoledì 15 giugno 2016

Gand, la città dai palazzi di merletto

Gand vista dal ponte San Michele
Non posso dire di non aver viaggiato, anzi. 

Con il camper, insieme ad altri amici, abbiamo macinato chilometri su chilometri girovagando per l'Europa scoprendo luoghi per me sconosciuti e che, sicuramente, con i viaggi organizzati non avrei mai visitato. 

La prima partita degli Europei di Calcio 2016 dell'Italia con il Belgio, ha riportato alla mia mente il viaggio fatto qualche anno fa proprio in Belgio e alla piacevole sorpresa che mi ha riservato una località fiamminga di cui non avevo mai sentito parlare: Gand, la città dai palazzi di merletto.

La vista dal ponte San Michele fa capire quanto sia attraente.

A 56 km da Bruxelles si trova Gand. Si può arrivare comodamente con un treno diretto, Bruxelles→Gand, che ci mette mezz'ora al costo di € 9,20.



Gand è un'antica città capoluogo delle Fiandre Orientali, sorta sulla confluenza dei fiumi Leie e Schelda, che vanta una ricca storia raccontata dalla presenza di innumerevoli monumenti tra chiese, palazzi nobiliari, musei, castelli, abbazie. 

Anche se può sembrare solo una città storica frequentata dai residenti e turisti, quello che mi aveva colpito e incuriosito è stata la presenza di tantissimi giovani di diversa nazionalità.

Curiosità soddisfatta quando mi sono trovata di fronte all'Università di Gand che pare sia addirittura la più grande università del Belgio, ciò rende Gand una città vivace e piena di energia.


Canali di Gand in Belgio

Man mano che ci avvicinavamo al centro mi rendevo conto di quanto questa città fosse affascinante e particolare, attraversata da tanti canali che la fanno assomigliare a Venezia - solo un po' però 😊 perché la nostra Venezia è unica!

Volevamo assolutamente saperne di più, così decidemmo di fare un tour in barca accompagnati da una guida che con dettagliata precisione ci descriveva palazzi e monumenti, raccontandoci vari aneddoti legati alla loro storia e ai loro periodi economici molto floridi.

La scelta era stata giusta, niente di più bello!

Ci godevamo la visita ascoltando la guida mentre la barca lentamente scivola sull'acqua, addentrandosi nell'intimo della città.





Pur essendo una grande città, vi consiglio di visitare a piedi il centro storico di Gand partendo da piazza San Bavone, la piazza su cui si affaccia  l'omonima Cattedrale, all'interno della quale è esposto il capolavoro dell' arte fiamminga "L'Adorazione dell' agnello mistico" dei fratelli Van Eyck. 

Qui si trovano anche la Torre Campanaria e l'imponente Municipio con le due facciate di diverso stile architettonico: quello fiammingo e quello rinascimentale.  



Questa serie di foto mostrano la particolarità di questa città, per me molto romantica, che si anima nel periodo del Gentse Feesten, un festival della musica generale che riunisce più festival, il Jazz Festival, il Blu Note Festival, il Festival degli Artisti di Strada e il Festival delle Marionette.
Inizia il sabato prima del 21 Luglio che è la festa nazionale del Belgio e dura dieci giorni. 

Dieci giorni di musica, birra e puro divertimento.






Come dicevo prima, dal ponte San Michele c'è una splendida vista sulle famose banchine di Graslei (riva delle erbe) e Korenlei (riva del grano) del vecchio porto commerciale alle quali attraccavano le navi cariche di merci e lungo le quali sorsero le case delle Corporazioni. 
Da non perdere la Chiesa di San Michele, il Castello dei Conti e la Chiesa di San Nicola.


Il periodo migliore forse non è agosto ma a Ferragosto la città offre una grande kermesse di divertimento durante la quale si beve, si mangia, si canta e si balla.



Diciamo che, trascinati dalla baldoria e dall'atmosfera goliardica, bisogna far attenzione a non esagerare  per cercare di trovare la via di casa. 


È successo anche a noi!!!!!

Alla prossima 😉



 
Tutte le foto sono di Maria Millarte